Nostradamus: tra astri, marmellate e profezie

Esattamente 455 anni fa moriva Nostradamus, colpito dalla gotta proprio il 2 luglio 1566… quale uomo si nasconde dietro la leggenda? Corteggiato dai potenti del tempo per la sua capacità profetica, Nostradamus fu l'astrologo ufficiale di Enrico II di Francia, ma anche un fine umanista dalle molteplici (e sorprendenti !) sfaccettature...

Michel de Nostre-Dame, noto come Nostradamus, nacque nel dicembre del 1503 (la data esatta resta incerta) a Saint-Rémy-de-Provence, nel sud della Francia. Suo padre era un commerciante di cereali e ricco notaio, molto probabilmente di origine ebrea.

Dell’infanzia del piccolo Michel si sa ben poco, i primi documenti disponibili risalgono al suo periodo di studi all'Università di Avignone: matematica, retorica, astronomia e astrologia sono le discipline assolute che fanno di lui un “abîme de science”, come ogni vero intellettuale del suo tempo.


Tuttavia Nostradamus fu costretto a lasciare l’Università prima del previsto, a causa di un'epidemia di peste. La leggenda racconta che egli abbia viaggiato per più di otto anni alla ricerca di erbe e piante che potessero “guarire” i malati e debellare per sempre questa malattia.

Trovare un rimedio alla peste fu, infatti, una delle principali missioni di