Magia & Cabala. Angeli e demoni nella tradizione ebraica

Qualche tempo fa, a Parigi, ho scoperto una mostra davvero particolare, realizzata da Gideon Bohak, professore di Storia e Filosofia presso l’Università di Tel-Aviv, Anne Hélène Hoog del Museo d’Arte e di Storia del Giudaismo e Nathalie Crinière, scenografa. La parola d'ordine? Magia!

Magia & Cabala. Angeli e demoni nella tradizione ebraica

Dedicata alla magia nella tradizione ebraica, questa insolita “expo” propone un viaggio affascinante tra le tante pratiche magiche sopravvissute fino ad oggi, e fa riflettere sul loro sincretico legame con le altre religioni monoteiste.


Ebraismo, Cristianesimo e Islamismo condividono, infatti, molti tratti comuni, specie quando si tratta di magia! Uno di questi è l’utilizzo delle Sacre Scritture a scopi non liturgici, come ad esempio l’invocazione o l'iscrizione di formule protettive ricavate dai testi sacri per la costruzione di amuleti.


Religioni e pratiche magiche si nutrono, cosi', a vicenda, prendendo in prestito rituali e simboli, come la hamsa, anche conosciuta come mano di Fatima, di tradizione musulmana, o il “toccare ferro” (o legno) di origine cristiana.


Non bisogna credere alle superstizioni, ma è più sicuro rispettarle"