All'ombra del Salice: come preparare l'Olio di Luna

Arriviamo ad agosto, in compagnia di SuperNatural Gaia e di una rotondissima Luna Piena in Acquario! Oggi il pallido astro si carica dell'elemento aria: lo spirito è vivace, le intuizioni sono rapide e profonde, ma ci sentiamo sempre più insofferenti verso "leggi" e vincoli, anche solo metaforici. Ribelle e innovatrice, questa luna ci accompagnerà nella preparazione di un nuovo unguento magico... Scopri la ricetta dell'Olio di Luna!

La Luna è la signora della notte, dei sogni e dei pieni misteri. E' alla luna che si rivolge Omero, all'inizio dell'Iliade, per trovare la sua ispirazione:


Cantami, o diva, l'ira funesta del pelide Achille ...

Fonte indiscussa della vera poesia, la Luna dell'antica Grecia è diva. E' la dea che canta ai poeti la Verità, seppur velandola di oscuri segreti.


Nel Tarot, l'Arcano XVIII annuncia, infatti, le cose nascoste ed è ricco di raffigurazioni simboliche assai ambivalenti: la pozza d'acqua, il riflesso della luna, le torri in lontananza, il crostaceo che emerge dall'oscurità, il cane e il lupo...


Cos'è che "esce allo scoperto" sotto il candido bagliore lunare?



La Luna, insomma, incanta e disincanta, al punto che l'origine stessa del suo nome resta incerta. Secondo il dizionario etimologico della lingua italiana, il termine deriva dal latino luna che avrebbe, a sua volta, la sua origine nella radice indoeuropea leuk o luc, ovvero “splendere”. In latino, quindi, la parola luna significherebbe “la luminosa”.


Altre teorie sostengono, invece, che il latino luna sia la forma contratta di “lucina”, il nome dato alle dee lunari - Diana e Giunone - protettrici delle partorienti. Ma bisogna aspettare qualche secolo prima che questa parola entri a tutti gli effetti nella letteratura italiana.


Sarà il "Cantico delle Creature" di San Francesco ad introdurla, per la prima volta, nel 1224:


Laudato sì, mì signore per sora Luna e le stelle....

Anche la nostra SuperNatural Gaia si è lasciata ispirare dalla Luna per suggerirci questa nuova "magica ricetta"! Oggi, insieme alla preparazione dell'Olio di Luna, Barbara ci regala anche questi suoi versi lunari...



Come preparare l'Olio di Luna


Dopo l'Olio del Buon Sonno, protagonista della Luna Piena di Aprile, Barbara ci scrive questa pratica ricetta per la preparazione di nuovo "olio magico"...


Quando la notte scenderà sul mondo, le streghe metteranno a selenare l'olio, per catturare i raggi di Luna e portare sulla terra la sua potente energia...
Ponete un'ampolla di vetro sotto la luce di Luna, con dentro un olio leggero e ricco (io utilizzo olio di riso). Sotto il barattolo mettete un dischetto di carta argentata, per fare da specchio, così che Luna vi possa ammirare la sua bellezza e donarci il suo potere.

Al suo interno:

  • Rosa, fiore dell'Amore, per portare fortuna e proteggere;

  • Lavanda, fiore della Purezza, per la pace e la serenità;

  • Limone, fiore dell'Amicizia, per portare gioia e rallegrare l'animo.



Lasciate l'ampolla alla luce di Luna, tutta la notte... lo specchio d'argento farà da porta e da connessione tra il nostro mondo e quello degli spiriti e della magia.

L'olio che ne risulterà sarà un olio magico da usare per vestire le candele o per rituali e incantesimi...


Se l'articolo ti è piaciuto lascia un ❤️ in fondo a destra

Vuoi giocare con le parole della Magia?

Scopri i miei libri psicomagici!


#luna #lunapiena #incantesimi #madreterra #gaia #psicomagia #poesia #naturopatia #ouroboros #nostos #nostos_archetipinarratori #archetipi

Per ricevere tutti gli aggiornamenti

È permessa la libera divulgazione degli articoli di questo sito web e blog esclusivamente per fini non commerciali

e solamente a patto di menzionare “Poesia & Psicomagia” come fonte.

© 2019 Elisabetta Giuliani - Poesia & Psicomagia - poesia.psicomagia@gmail.com

Informativa sulla privacy Wix

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now