Sviluppo personale: fatti le domande giuste!

Diceva bene Charlie Brown: "Quando pensi di avere tutte le risposte, la vita ti cambia tutte le domande." In questi tempi frenetici, siamo sempre più a caccia di soluzioni rapide e risposte immediate, al punto di perdere completamente di vista chi siamo e cosa vogliamo. Detto altrimenti, smettiamo di interrogare noi stessi e il mondo per assecondare bisogni frettolosi e piaceri effimeri. Siamo ancora capaci di farci le domande giuste?

Hai un'idea chiara di chi sei? Da sempre, ognuno di noi "lotta" ogni giorno contro se stesso per cercare di dare una risposta a questa domanda, tanto semplice quanto essenziale. Da adolescenti crediamo di aver colto una certa verità su noi stessi, ma poi gli anni passano e, da adulti, anche quelle poche certezze vacillano. In poco tempo, ci accorgiamo di non essere più sicuri di nulla...


Chi tra di voi è su un cammino di sviluppo personale o crescita spirituale conosce bene questo tipo di "crisi d'identità", molti la chiamano la Notte oscura dell'Anima.


E' il momento in cui tutto viene rimesso in discussione, man mano che si avanza nelle scoperte, negli studi e nell'apertura della nostra Coscienza. Ho conosciuto persone che hanno subito anche radicali cambiamenti fisici, in seguito a quelli emotivi, psicologici o spirituali. E' un fatto normale, anche piuttosto salutare, direi!


Per accettare noi stessi (e gli altri!) e sviluppare cosi' un senso di appartenenza a questo Mondo, è fondamentale capire chi siamo. Si tratta di un esercizio perenne, che si ripeterà più volte nell'arco della nostra vita. Perché niente di cio' che è valido adesso, lo sarà necessariamente anche dopo. Noi siamo in continuo mutamento, anche se impercettibile.


Accadono cose che sono come domande. Passa un minuto, oppure anni, e poi la vita risponde. - Alessandro Baricco

Sen non accompagniamo questi nostri mutamenti interiori con u