Scegli una porta e leggi il messaggio dalla tua vita passata

Aggiornato il: set 28

Ognuno di noi custodisce la memoria delle sue vite passate. Osserva bene queste quattro porte e lasciati guidare dalla tua intuizione. Dietro la porta che avrai scelto si nasconde un messaggio che viene direttamente dalla tua vita passata!

Il concetto di karma e di reincarnazione esiste da più di 3000 anni; lo troviamo in tutte le filosofie e le vie spirituali, da Oriente ad Occidente.


"Io ho ritenuto e ritengo che le anime siano immortali… I Cattolici insegnano che non passano da un corpo in un altro, ma vanno in Paradiso, nel Purgatorio o nell’Inferno. Ma io ho ragionato profondamente e, parlando da filosofo, poiché l’anima non si trova senza corpo e tuttavia non è corpo, può essere in un corpo o in un altro, o passare da... GIORDANO BRUNO

"Morii come minerale e divenni una pianta; morii come pianta e divenni animale; morii come animale e fui uomo. Perché dovrei temere? Quando diminuii morendo? E tuttavia, ancora una volta morirò come uomo per elevarmi con gli angeli benedetti; ma anche lo stato di angelo supererò.” - RUMI
"Non posso pensare a un'inimicizia permanente fra l'uomo e l'uomo e, credendo, come credo, nella teoria della rinascita, vivo nella speranza che, se non in questa nascita, in qualche altra potrò stringere tutta l'umanità in un amichevole abbraccio.” - MAHATMA GANDHI

Tuttavia i ricordi di altre vite sono come "protetti" da una barriera mentale, e per una buona ragione!


Immaginate cosa significherebbe vivere quotidianamente con riferimenti e flash-back di mondi passati, a volte lontanissimi. Per non parlare, poi, della complessità di navigare tra le molteplici personalità, tra tutte quelle azioni, quei sentimenti - forse anche quei crimini? - di coloro che siamo stati...


Avere un accesso permanente alle nostre vite anteriori non sarebbe solo inquietante, ma anche particolarmente difficile da gestire. Pena la schizofrenia. Detto ciò, la nostra natura umana è dotata d'intuizione, di lampi di genio ed epifanie che ci permettono, di tanto in tanto, di "captare" i segni di questa Storia Infinita.


L'anima immortale conserva tutte queste memorie, mentre la mente duale le ricorda per riminiscenze.

Ne parlava già Platone con il suo concetto di anamnesi - dal greco ἀνάμνησις - ovvero quel processo di reminiscenza che, stimolato dai sensi, conduce l'uomo a riscoprire gradualmente (attraverso la conoscenza intellettiva) quelle idee eterne che sono causa e origine del mondo fenomenico.


Tramite il risveglio della memoria, noi possiamo accedere ad un sapere già presente nella nostra anima, ma che dimentichiamo al momento della nascita.


Per Platone e i neoplatonici conoscere significa dunque ricordare.

Si tratta delle nostre memorie inconsce, fonte inesauribile di creatività e ispirazione per gli artisti, come Alejandro Jodorowsky, padre della psicomagia, ma anche oggetto di studio privilegiato per i filosofi, i medici e gli psicologi, come Carl Gustav Jung.


E' proprio recuperando il concetto junghiano di sincronicità che vi propongo questo piccolo esercizio psicomagico :



4 porte magiche per accedere alla tua vita passata:

SCEGLI LA TUA!


La gente viene a te, spontaneamente. Presso di te si ferma. Sei il fuoco di un camino nelle fredde giornate d'inverno. Tu ristori, tu scaldi il cuore e le mani che serviranno a fare le cose.


Sei cosciente del tuo dono?


Sulle tue braci accese, sempre vive e generose, le donne bruciano le lettere d'amore e raccontano ai bambini le loro fiabe trasformatrici. Al tuo focolare, le anime stanche rammendano le loro preghiere.


Ti perderai più volte nella foresta. Avrai fame e sete e il tuo freddo si chiamerà Solitudine. Ma sempre verranno a cercarti. Sei il dono di Prometeo.


Il Mondo è fatto per portarti in salvo.


Cos'è questa musica che ronza nelle tue orecchie? Cos'è quest'immenso bagliore che si cela dietro (dentro?) ai tuoi occhi?


Sei fatto per il palcoscenico, è li' la tua casa. Porti le maschere come se fossero il tuo stesso volto. Cera sulla pelle, legno sulle gote. La tua voce ha le infinite flessioni, e infinitamente seduce.


Sei donna e uomo, sei vecchio e bambino.


Sai tu di essere uno, nessuno e centomila?

I fiori ignorano la loro bellezza, fioriscono e basta.


Nella tua umiltà c'è una grazia che va consacrata, un'innocenza che ti accompagnerà per sempre. Impara a proteggerti da questo.


Non c'è niente di più irresistibile - per chi ordisce sacrifici - di un agnello che, da solo, si offre in pasto agli avvoltoi.


Nella vita hai difficoltà a riconoscere i tuoi nemici; come una rosa recisa, ti troverai spesso in mano agli usurpatori che non sapranno riconoscere la tua vera bellezza. Ma la Provvidenza guiderà sempre i tuoi passi.


Sei protetto da tutti gli assalti dell'Oscurità.

Hai imparato tanto, ed è tempo di condividere le tue conoscenze.

Sei stato il Maestro, lo Yogi, il Sensei. Sei stata la Madre Badessa, lo ierofante.


Eppure il dubbio ti attanaglia. Sono io in grado di dire la verità?

Cosa posso rivelarvi di questo mondo che conosco?


Prendi esempio dai gufi e dalle civette, da sempre simbolo della vera sapienza.

Approfitta della notte per trovare le risposte alle tue domande.


La Notte porta consiglio. E' la tua più grande amica.

Se l’articolo ti è piaciuto un « like » ❤️

Continua il viaggio nella Magia!

Scopri i libri "psicomagici"

Clicca sulla copertina per leggere un estratto.


Per ricevere tutti gli aggiornamenti

È permessa la libera divulgazione degli articoli di questo sito web e blog esclusivamente per fini non commerciali

e solamente a patto di menzionare “Poesia & Psicomagia” come fonte.

© 2019 Elisabetta Giuliani - Poesia & Psicomagia - poesia.psicomagia@gmail.com

Informativa sulla privacy Wix / Informativa sulla privacy del sito poesiaepsicomagia.online ai sensi del GDPR-Regolamento Ue 2016/679 

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now