Accordi Toltechi: 4 regole per vivere meglio

I Quattro Accordi Toltechi è un libricino di un centinaio di pagine, pubblicato nel 1997 negli Stati Uniti e venduto in tutto il mondo, registrando ben oltre quattro milioni di copie. Ci parla di quattro regole da seguire per una vita fatta di libertà, felicità e amore. Scopriamoli insieme.


Il titolo fa riferimento ad un popolo scomparso, i Toltechi, protagonisti indiscussi dell’epoca precolombiana. Artisti, scienziati, brillanti astronomi e ingegneri, i Toltechi hanno diffuso la loro influenza in tutta la Mesoamerica. Molti ipotizzano, addirittura, che fu proprio questo popolo ad introdurre il culto di Quetzalcoatl, il serpente piumato degli Aztechi, dio del vento, di Venere, dell’alba, dei mercanti e delle arti, dei mestieri e della conoscenza.


L'autore del libro, Miguel Ruiz, è uno sciamano messicano che, ispirandosi a questi antichi saperi, propone a ciascuno di noi un’insolita sfida: stringere un “patto” segreto con se stessi, e onorarlo giorno dopo giorno.


Stringere un patto con se stessi : il "contratto magico"


Quattro leggi, quattro accordi, quattro semplici promesse da non infrangere mai. L’obiettivo? Sgretolare le convinzioni dell'ego, le nostre credenze limitanti, i pensieri ossessivi. Tutte illusioni che si sviluppano in noi già dall’infanzia, distorcono la nostra percezione della realtà e ci mantengono in uno stato di sofferenza.


A forza di condizionamenti culturali ed educativi (su cosa sia giusto o sbagliato, buono o cattivo, bello o brutto) e delle nostre proiezioni personali (Devo essere gentile, Devo avere successo, ...) noi finiamo, infatti, con il costruire un’immagine falsa di noi stessi, e del mondo.

Una saggezza ancestra