[VIDEO] S.O.S POESIA - Gli oppressori tranquilli parlano nei telefoni

Aggiornato il: gen 23

Parigi, gennaio 2021. Al centro di una nuova tempesta mediatica troviamo tre insoliti “attori”: il Governo francese, una segreteria telefonica... e la poesia! Cosa sta accadendo alla “più discreta delle arti”? Questo video traccia qualche scenario. Trattatelo bene, è il mio piccolo manifesto.

Un grande temporale per tutto il pomeriggio si è attorcigliato sui tetti prima di rompere in lampi, acqua. Fissavo versi di cemento e di vetro dov’erano piaghe murate e membra anche di me, cui sopravvivo. Con cautela, guardando ora i tegoli battagliati ora la pagina secca, ascoltavo morire la parola d’un poeta o mutarsi in altra, non per noi più voce. Gli oppressori tranquilli parlano nei telefoni, l’odio è cortese, io stesso credo di non sapere più di chi è la colpa.
Scrivi, mi dico, odia chi con dolcezza guida al niente gli uomini e le donne che con te si accompagnano e credono di non sapere. Fra quelle dei nemici scrivi anche il tuo nome. Il temporale è sparito con enfasi. La natura per imitare le battaglie è troppo debole. La poesia non muta nulla. Nulla è sicuro, ma scrivi.

- Traducendo Brecht, F. Fortini

Fare Poesia è un esercizio spirituale?

Scopri le 8 dimensioni spirituali della poesia.

Poesia Psicomagica

100 incantesimi e una pagina vuota


10 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

È permessa la libera divulgazione degli articoli di questo sito web e blog esclusivamente per fini non commerciali

e solamente a patto di menzionare “Poesia & Psicomagia” come fonte.

© 2019 Elisabetta Giuliani - Poesia & Psicomagia - poesia.psicomagia@gmail.com

Informativa sulla privacy Wix / Informativa sulla privacy del sito poesiaepsicomagia.online ai sensi del GDPR-Regolamento Ue 2016/679