Tarocchi psicomagici: la Ruota della Fortuna. Tutto cambia.

La Ruota della Fortuna è l'Arcano Maggiore n°10 del Tarot. La lama rappresenta una ruota di legno che ricorda vagamente alcuni attrezzi di tortura medievale. Mossa da tre figure animalesche, la Ruota è l'archetipo del fato e della fatalità, ovvero dell'equilibrio precario dell'esistenza. Tutto è in mutamento, come suggerisce il moto inarrestabile dell'Arcano. La cartomanzia classica attribuisce a questa carta il significato principale di un cambiamento repentino.


Numero X, la Ruota della Fortuna, chiude la prima serie decimale degli Arcani Maggiori. La sua forma circolare, e la sua manovella, le attribuiscono d’emblée i significati di fine di un ciclo e di attesa fiduciosa nella forza che metterà in moto il ciclo successivo.


Non è un caso che l’Arcano che segue la Ruota della Fortuna - l’Arcano XII - sia proprio LA FORZA.


Ora che ci siamo lasciati alle spalle il passato, o meglio che abbiamo potuto illuminarlo con la calda luce del nostro lanternino personale, siamo in attesa dell’Avvenire.


Tutto è effimero, tutto è chiamato a mutare e a scomparire, per poi riapparire sotto altre forme. Non è forse questo il principio che sta alla base delle teorie sulla reincarnazione?


Il movimento è lì ma non non lo vediamo.

Come le tre figure animalesche di questo Arcano, noi siamo in un’apparente inerzia... Apparente, perché in realtà tutto si muove, e non a caso. Al centro della ruota, nel suo cuore, c’è quella misteriosa manovella che fa pensare alla Provvidenza divina, all’ordine cosmico.