top of page

[VIDEO] Merlino e la mentalità del granchio. Siamo pronti per un "salto" collettivo?

Nel film "Merlino" del 1998 c'è una scena indimenticabile. Dopo una dura lotta a colpi di magia, il Mago leggendario ripensa alle parole di Mab, la sua acerrima nemica: «Finché non verrò dimenticata, continuerò a esistere». La minaccia del Male è forte, ma alla fine Merlino e tutti i cavalieri della Tavola rotonda riusciranno ad avere la meglio sulla terribile strega... Qual è la loro arma segreta?


Il risveglio spirituale è un viaggio che si fa in solitaria. E' una scelta individuale, il risultato del nostro libero arbitrio.


Sei tu che, in qualsiasi momento, puoi decidere di cambiare la tua percezione delle cose. Scegliere di passare dal vittimismo in cui ti imprigiona la mente - la mente ha paura - al ruolo di co-creatore, di Mago (come il Bagatto dei tarocchi, come Merlino!), che invece è sempre libero, in armonia con la Natura e con il Divino.


Eppure in questo film del 1998 vediamo che la minaccia, qui rappresentata dalla strega Mab, scompare definitivamente quando non solo Merlino, ma l'intera Camelot, decidono di "voltare le spalle" alla paura. Un'azione psicomagica, questa, un puro atto di fede...


Allora, cosa ci impedisce di passare dall'illuminazione personale al "salto quantico" collettivo, ad un livello superiore di Coscienza? Forse la mentalità del granchio.


Scopri di più in questo video!

 
Proprio come il Mago, il Poeta obbedisce, infatti, ad uno stesso ostinato desiderio: colmare un’assenza, lasciare che si compia quell’operazione incantatoria in grado di riunire ciò che è stato separato. Piegare le leggi della natura significa accorgersi delle loro sincroniche corrispondenze.
 

SCOPRI IL LIBRO


84 visualizzazioni

Post correlati

Mostra tutti

Comments


bottom of page